Il team di lavoro della ditta Spezia Srl

Il team di lavoro della ditta Spezia Srl

La ditta Spezia opera in agricoltura dal 1950. Essa fu fondata a Pianello Val Tidone (PC) da Giuseppe Spezia (1921-1994) dove tutt’ora ha sede. Egli era uno dei primi Periti Industriali diplomati in provincia e questa preparazione tecnica di base unita ad una straordinaria sensibilità ed intelligenza lo fecero presto diventare un leader delle macchine operatrici in agricoltura, nelle quali aveva voluto specializzarsi preferendo non dedicarsi alle trattrici, in una scelta coraggiosa e controcorrente. Convinto fautore dell’importanza di un velocissimo servizio di ricambistica ed assistenza post vendita conquistò le stima e la fedeltà di una folta schiera di agricoltori basati sulle provincie di Piacenza, Pavia, Alessandria e Parma.

Le case costruttrici vedevano in lui non solo un partner commerciale di successo ma anche un fine conoscitore delle problematiche tecniche e delle esigenze operative degli agricoltori, in grado di ricoprire con competenza il ruolo di “trait d’union” fondamentale per lo sviluppo di macchine innovative ed adatte alle aspettative del mercato. Legò molto fortemente il suo nome a quello della Nardi propougnando la realizzazione di diverse attrezzature tra cui si annovera la prima fresatrice da vigneto a spostamento idraulico per la lavorazione dell’interceppo, che si rivelò uno straordinario successo mondiale.

Foto d'epoca della ditta Giuseppe Spezia

Foto d’epoca della ditta Giuseppe Spezia

Il figlio Giancarlo, sentendosi figlio d’arte non ha mai dubitato di proseguire l’attività di famiglia ma fu su consiglio paterno che durante gli studi in Ingegneria Meccanica al Politecnico di Milano iniziò ad interessarsi ai problemi della viticoltura. Al termine del percorso di studi egli fondò quindi la propria ditta Tecnovict, indipendente da quella del padre e specializzata nello studio e costruzione di macchine operatrici per il vigneto.

La prima nel 1988 fu la piantapali laterlale mod. 102, ancora oggi in produzione e che ha fatto conoscere il marchio Tecnovict pressochè in tutte le regioni viticole italiane, allargando la zona d’influenza molto oltre ai confini tradizionali della ditta Spezia.

Le due ditte convissero sino al 1994, quando Giuseppe Spezia venne a mancare e Giancarlo unì le due aziende nella Spezia Ing. Giancarlo, ora Spezia Srl che è proprietaria del marchi Tecnovict che continua ad essere presente sulle attrezzature viticole di propria esclusiva produzione.

Nel 1987 avvenne l’incontro con il Prof. Mario Fregoni, docente di viticoltura all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza. Questo personaggio dal carisma mondiale in quegli anni aveva ricoperto cariche importantissime quali la presidenza del Comitato Nazionale Vini Doc e la presidenza (a tutt’oggi unico italiano ad essersene potuto fregiare) dell’Office International du Vin (OIV) che è il referente dell’ONU per le questioni legate alla vitivinicoltura. Ne nascerà una collaborazione stabile che dura ancora oggi e permette di coniugare la ricerca scientifica con applicazioni operative. Giancarlo Spezia ha firmato oltre 40 pubblicazioni scientifiche ed è docente di Meccanizzazione Viticola presso la Facoltà di Agraria.

logoQuesto ruolo di antenna tecnologica affacciata sul mondo del lavoro, unita alla lunga esperienza aziendale, è divenuta nel tempo un marchio di fabbrica, una prerogativa che ha fatto divenire la nostra società un interlocutore preferenziale delle aziende vitivinicole italiane più attente alle problematiche tecniche delle macchine per le operazioni colturali del vigneto. Ricchissima la lista delle referenze, in ordine alfabetico solo per citarne alcune: Antinori, Avignonesi, Cà del Bosco, Fratelli Muratori, Frescobaldi, Gaja, Ornellaia, Ruffino, Soldera, Valdicava, Zonin.

La ditta ha iniziato ad interessarsi del settore della agricoltura di precisione nel 2001 e già l’anno successivo veniva pubblicato su informatore agrario l’articolo “Viticoltura di Precisione per le zone viticole ed il vigneto” firmato da Vercesi, Spezia, Fregoni. Dal 2005 al 2008 ha partecipato alle attività del CITIMAP (Centro per l’Innovazione nell’Impiego del telerilevamento nell’Industria Meccanica per l’Agricoltura di Precisione) occupandosi dello studio di fattibilità della realizzazione di uno spandiconcime per vigneto a Rateo Variabile.

logo-dickey-johnDal 2009 la ditta Spezia è inoltre divenuta distributrice ufficiale per l’Italia di DICKEY-john Corporation, leader indiscusso nella elettronica in agricoltura e particolarmente impegnata nello sviluppo del nascente standard ISO BUS.

Questa serie di fattori permette alla ditta Spezia di rivestire un ruolo di fornitore di prodotti e servizi riguardante tutte le fasi della agricoltura di precisione, dalla creazione delle mappe georeferenziate alla loro gestione con elettroniche rispondenti ai più moderni standard, alla costruzione o trasformazione di macchine che possano operare a rateo variabile.

it_ITItaliano
en_USEnglish it_ITItaliano